Mucosectomia endoscopica quando si esegue

Comment

Altri articoli
Pubblicità

Mucosectomia endoscopica quando si esegue

Per asportare gli early cancer che colpiscono il tratto gastro-intestinale si impiega una tecnica di resezione endoscopica della mucosa: la mucosectomia endoscopica (EMR) utile per rimuovere lesioni del tratto gastrointestinale pre-cancerose oppure in stadio iniziale che interessano lo strato più superficiale della parete del tratto gastroenterico. La EMR è indicata in presenza di una lesione neoplastica che non ha invaso la mucosa e quando non vi è il rischio di linfonodi metastatici, quindi rappresenta una procedura adatta per asportare i polipi piatti del tratto gastrointestinale, garantendo un intervento meno invasivo rispetto alla chirurgia tradizionale, quindi la mucosectomia endoscopica rappresenta una valida alternativa all’intervento chirurgico. I tumori gastrointestinali precoci costituiscono delle neoplasie con localizzazione limitata alla mucosa oppure alla sottomucosa, non infiltranti la muscularis propria, a prescindere dalla presenza di metastasi linfonodali. In ambito medico come trattamento per i tumori precoci del tratto gastrointestinale si ricorre spesso alle tecniche della resezione endoscopica della mucosa e della dissezione endoscopica della sottomucosa (ESD o sottomucosectomia) anche se ancora oggi l’ESD è una tecnica ostica che richiede una certa esperienza. Va precisato che la diagnosi endoscopica dei tumori precoci del tratto gastrointestinale assume un ruolo centrale in quanto la maggioranza di questi tumori è curabile. Per ulteriori letture si rimanda all’articolo http://www.humanitas.it/visite-esami/mucosectomia.

La tecnica di sollevamento ed asportazione come si esegue

mucosectomia endoscopica

mucosectomia endoscopica

Esistono diverse tipologie di mucosectomia endoscopica, anche se la tecnica a cui si ricorre maggiormente è la tecnica di sollevamento ed asportazione, si esegue attraverso l’infiltrazione della base della lesione servendosi di un ago da iniezione per introdurre una specifica soluzione che prevede la presenza di fisiologica, adrenalina diluita 1:10000 ed indago di carminio, un colorante in grado di fare risaltare i margini sottomucosi della lesione. Dopo questa iniezione si solleva la lesione e ciò rende possibile rimuoverla mediante un’ansa diatermica, si procede con il monitoraggio della sede della mucosectomia per trattare eventuali sanguinamenti e si eseguono analisi istologiche sul campione di tessuto rimosso.

Mucosectomia endoscopica quando si esegue ultima modifica: 2017-07-20T09:00:03+00:00 da Caterina Stabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.