Tags:

La formazione di coproliti

Comment

Altri articoli
Pubblicità

La formazione di coproliti

La stitichezza cronica come anche il rallentamento della motilità intestinale possono determinare la formazione di coproliti dovuti al ristagno nel lume intestinale delle feci nel caso in cui non vengono espulse regolarmente andando incontro all’accumulo di sali inorganici che ne provocano l’indurimento e la calcificazione. La formazione nel lume intestinale di queste masse fecali calcificate rappresenta spesso la manifestazione diretta di alcune patologie di tipo intestinale, colpendo con maggiore frequenza i soggetti anziani che conducono una vita sedentaria. La formazione di coproliti non causa l’insorgenza di disturbi, spesso la loro presenza determina l’insorgenza di alcune complicazioni che possono provocare il verificarsi di quadri patologici quali: l’occlusione intestinale, l’appendicite e la diverticolite. Se la funzionalità intestinale non viene ripristinata, le dimensioni dei coproliti possono aumentare provocando un’occlusione intestinale che a sua volta può causare eventuali conseguenze; se invece le masse fecali calcificate si accumulano in sede appendicolare possono causare l’infiammazione dell’appendice vermiforme; inoltre i coproliti possono ammassarsi a livello di uno o più diverticoli patologici causando un processo di flogosi oppure un focus infettivo (diverticolite).

L’importanza del regime alimentare per prevenire la formazione di coproliti

formazione di coproliti

formazione di coproliti

Anche se la formazione di coproliti non rappresenta una patologia con sintomi fastidiosi è bene contrastare la formazione di masse fecali calcificate risolvendo la condizione di stitichezza e gli eventuali disturbi digestivi che determinano il rallentamento del transito intestinale, è necessario partire da un regime alimentare sano ed equilibrato con lo scopo di stimolare la funzionalità dell’intestino. A chi ha problemi di stipsi viene raccomandata una dieta ricca di fibre di natura vegetale che si ottengono grazie al regolare consumo di frutta e verdura all’insegna della stagionalità, è importante poi bere molto in quanto le fibre tendono ad assorbire grandi quantità di liquidi; è bene poi eseguire con costanza una lieve attività fisica per scongiurare la sedentarietà.

La formazione di coproliti ultima modifica: 2017-04-05T09:00:42+00:00 da Caterina Stabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.