Intestino irritabile nei bambini, sintomi principali

Approfondimenti Colon irritabile sintomi Sindrome del colon irritabile
Intestino-irritabile-nei-bambini,-sintomi-principali
Pubblicità

Intestino irritabile infantile e sintomi

Intestino-irritabile-nei-bambini,-sintomi-principali

Intestino-irritabile-nei-bambini,-sintomi-principali

La sindrome dell’intestino irritabile rappresenta un disturbo digestivo molto diffuso, generante sintomi che spesso sono presi sotto gamba e non collegati a tale patologia. Ad esempio l’intestino irritabile genera un insieme di disturbi quali flatulenza, dolore addominale, stitichezza o diarrea e generali problemi di defecazione. Questa patologia è molto diffusa anche tra i bambini che, come gli adulti, mostrano una sintomatologia su tutte, il dolore. In genere esso si scatena appena dopo i pasti e si allevia solo con la defecazione o l’evacuazione di gas. Con un intestino irritabile, al dolore si uniscono tensione e distensione addominale. L’intestino irritabile è una problematica che si differenzia in varie forme, a seconda delle reazioni che comporta nel bambino.

Tutte le forme di intestino irritabile

Esiste l’intestino irritabile che genera nel bimbo soprattutto stipsi, dunque feci dure o non formate. In tal caso il bambino evacua meno di tre volte alla settimana e lo fa con grande sforzo, senza riuscire a svuotare completamente l’intestino. Spesso in queste situazioni è necessario il ricorso a lassativi. Vi è poi l’intestino irritabile che invece genera diarrea e quindi feci molli e più di tre evacuazioni al giorno, unite a stimoli incontrollabili, incontinenza e presenza di muco nelle feci. Infine può manifestarsi nei bambini anche l’intestino irritabile con alvo alterno, ovvero che genera periodi di stitichezza a periodi di dissenteria. Tutt’oggi ancora non esiste una cura per l’intestino irritabile, quello che è importante fare però è promuovere tra i bambini e i ragazzi stili di vita sani a partire dall’alimentazione che dovrebbe essere povera di grassi e ricca di fibre, integrata con l’assunzione quotidiana di probiotici. Per favorire una più corretta motilità ed attività intestinale è importante anche che i bambini vengano indirizzati all’attività fisica il prima possibile, uno stile di vita attivo infatti evita un impigrirsi dell’apparato gastro intestinale.