Category Archives: Colon irritabile dieta

Colon irritabile dieta: tutti consigli culinari per gestire questa patologia molto condizionata dal nostro comportamento a tavola.

Colon irritato dieta disintossicante

Pubblicità

Colon irritato dieta disintossicante: la sua efficacia

I soggetti affetti da episodi cronici di colon irritabile possono ottenere dei benefici non trascurabili seguendo una dieta disintossicante, va però sottolineato che attraverso la depurazione intestinale non si risolve di certo in via definitiva  il problema. Adottando un regime alimentare equilibrato e dall’azione depurativa si ottengono degli effetti positivi a livello gastrointestinale perché vengo eliminate in maniera naturale tutte le scorie e le tossine che causano l’irritazione della mucosa intestinale e che quindi determinano un peggioramento dei sintomi addominali e di quelli relativi all’alterazione dell’alvo. Oltre alla dieta che deve essere incentrata su frutta e verdura, per poter depurare l’organismo in profondità si può far ricorso anche ai rimedi indicati dalla naturopatia che offre un’ampia scelta di rimedi utili per ripulire l’organismo intasato da sostanze tossiche e da sostanze di rifiuto che si raccolgono nell’intestino e molestano lo stato di salute della mucosa intestinale. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Dieta colon irritabile: la terapia nutrizionale. Continue reading

Published by:

Colon irritabile corretto assorbimento dei nutrienti: come favorirlo

Colon irritabile corretto assorbimento dei nutrienti

Chi è interessato da patologie gastrointestinali lievi o più severe è maggiormente consapevole dell’importanza di ripristinare un’attività intestinale regolare per cui nel caso di colon irritabile è fondamentale adottare una dieta sana che favorisca il corretto assorbimento dei nutrienti presenti nel cibo quali: vitamine, sali minerali, oligoelementi. Per favorire il regolare apporto di nutriente ed allo stesso tempo attivare un’azione depurativa dell’intestino bisogna privilegiare i cibi ricchi di fibre da associate ad un regolare apporto di vitamine, il tutto correlato da una regolare idratazione. In caso di sindrome del colon irritabile bisogna inoltre integrare nel proprio regime alimentare una buona fonte di magnesio e zinco, si tratta di oligoelementi che stimolano la motilità del tratto superiore dell’intestino, ma allo stesso tempo agiscono  in maniera benefica sulla stessa flora batterica benefica contrastando il processo di fermentazione di alcuni alimenti. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Sindrome del colon irritabile dieta paleoliticaContinue reading



Published by:

Sindrome del colon irritabile dieta paleolitica

Sindrome del colon irritabile dieta paleolitica: la sua utilità

Di recente tra le diete che vengono suggerite per trattare la sindrome del colon irritabile viene consigliata anche la dieta paleolitica che identificava l’alimentazione alla base della società di cacciatori-raccoglitori vissuti nel Paleolitico circa 10.000 anni fa prima che si passasse alla società agricola del Neolitico. Si sta facendo strada l’idea che per trattare i disturbi legati all’IBS sia necessario adottare un regime analogo alla dieta dei nostri antenati eliminando quegli alimenti che sono stato introdotti con l’agricoltura quali: cereali ed i suoi derivati, derivati del latte, zucchero raffinato. Si sostiene sia necessario ridurre il consumo di alimenti a base di grano perché questo cereale contiene lectine, come molti altri cereali: la presenza di lectine, ossia di glicoproteine o lipoproteine, causa delle alterazioni del sistema immunitario in quanto si tratta di una famiglia di proteine che contiene insieme sia un carboidrato che una componente proteica. Per altre notizie si rimanda alla lettura dell’articolo Dieta vegetariana per colon irritabile: alcuni suggerimenti.

Continue reading

Published by:

Dieta colon irritabile: la terapia nutrizionale

Dieta colon irritabile: la terapia nutrizionale e le intolleranze

In presenza di questo disagio intestinale può essere utile intervenire con una dieta colon irritabile che prevede alcune correzioni di tipo dietetiche associate a delle modifiche di tipo comportamentali. Il primo passo da compiere prima di adeguare l’alimentazione alle reazioni messe in atto dal colon irritato è quello di verificare se si soffre di  intolleranze alimentari, tra cui quelle al lattosio ed al glutine, che rappresentano tra le principali cause, spesso ignorate, a determinare  disturbi. Per diagnosticare le diverse forme di intolleranze alimentari il paziente deve sottoporsi a dei test specifici, ed anche in caso di risultati falsi negativi è opportuno effettuare ulteriori accertamenti che permettono di distinguere la diagnosi del colon irritabile da quella delle intolleranze e per fare ciò è utile seguire con l’aiuto di un dietista dei percorsi diagnostici incentrati su un regime alimentare di esclusione che permette di individuare eventuali intolleranze non dimostrate dai test. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Dieta vegetariana per colon irritabile: alcuni suggerimenti.

Continue reading

Published by:

Dieta vegetariana per colon irritabile: alcuni suggerimenti

Dieta vegetariana per colon irritabile

In genere, si consiglia un approccio alimentare più sano ed equilibrato in caso di disturbi di tipo gastrointestinale, in particolare si può adottare una dieta vegetariana per il colon irritabile in quanto l’apporto di fibre vegetali rende più agevole il transito intestinale e favorisce la regolarità dell’alvo. La modifica delle abitudini alimentari permette di dare sollievo ai sintomi tipici del quadro clinico dell’IBS, per questa ragione è importante sapere cosa mangiare e cosa evitare cercando di ridurre le manifestazioni dolorose a livello addominale, ma anche intervenendo sulla diarrea, sulla stitichezza e su altri disturbi di tipo intestinale quali produzione di gas ed eruttazione. Si consiglia un approccio vegetariano perché vanno privilegiati cibi come la frutta, la verdura ed i cereali quali: grano integrale, frumento, avena, mais, soia, orzo. Nella fase acuta della sintomatologia connessa al colon irritabile si consiglia di evitare il consuma di grassi saturi di origine animale in quanto creano più problemi a livello digestivo causando anche irritazione. Maggiori informazioni si trovano su Colon irritabile dieta consigliata contro stitichezza e gonfiore.

Continue reading

Published by:

Colon irritabile dieta consigliata contro stitichezza e gonfiore

Colon irritabile dieta consigliata

Come strategia terapeutica per dare sollievo ai sintomi, in caso di colon irritabile è utile seguire una dieta consigliata che ha l’obiettivo primario di evitare gli alimenti che con maggiore probabilità innescano le reazioni da parte dell’intestino. In particolare, un regime alimentare specifico da seguire in caso di sindrome del colon irritabile mira a contrastare il sintomo che con maggiore insistenza si ripresenta nel soggetto, quindi dopo aver individuato quale sintomo è più frequente nel quadro clinico del soggetto che soffre di IBS si può intervenire con la dieta per ridurre: la diarrea, la produzione di gas, la tensione addominale, la stitichezza. Una dieta corretta si basa principalmente sull’esclusione di una serie di alimenti che vanno individuati per tentativi, senza però trascurare le indicazione generali che può fornire un nutrizionista. Normalmente chi soffre di colon irritabile deve adottare una dieta ricca di fibre per regolare l’attività intestinale e rendere le feci più morbide. Tra gli alimenti che contengono fibre si consigliano soprattutto: la crusca, la frutta, la verdura, i cereali integrali, che oltre a favorire la regolarità danno anche un maggiore senso di sazietà. Quando si segue un regime alimentare che prevede un regolare apporto quotidiano di fibre è necessario inoltre consumare abbondantemente acqua naturale. Maggiori notizie su Colon irritato cosa mangiare e cibi da evitare: l’utilità delle fibre prebiotiche.

Continue reading

Published by:

Colon irritabile dieta consigliata: la low FODMAPs diet

Colon irritabile dieta consigliata: una possibile terapia

Colon irritabile dieta consigliata: questo problema intestinale può essere fronteggiato seguendo un’alimentazione molto attenta ed equilibrata per tenere a bada la caratteristica sintomatologia che si manifesta in vario modo nei soggetti colpiti da IBS. Tra i diversi approcci alimentari adottati per trattare il colon infiammato c’è anche una ricerca australiana del 2001, guidata dalla dottoressa Sue Shepherd della Monash University, denominata low FODMAPs diet, la quale è riuscita a ridurre i disagi dei pazienti. Con la sigla FODMAP si identificano dei carboidrati a corta catena quali: lattosio, fruttani, fruttosio, galattani, polialcoli, che nei soggetti colpiti da IBS non vengono assorbiti in maniera adeguata, ma finiscono con il trattenere i liquidi nell’intestino crasso risvegliando i disturbi. È stato evidenziato infatti che i FODMAP aumentano l’intensità dei sintomi dell’IBS, per questo è importante adottare come regime alimentare la low FODMAPs diet per 6-8 settimane in questo modo si mira a ripristinare il benessere intestinale riducendo i disagi legati al colon irritabile. Maggiori informazioni su Dieta per il colon irritabile: perché vengono consigliati i fermenti lattici. Continue reading

Published by:

Dieta per il colon irritabile: perché vengono consigliati i fermenti lattici

Dieta per il colon irritabile: cosa non mangiare

Per il benessere dell’intestino è necessario seguire una corretta dieta per il colon irritabile, povera di grassi e ricca di fibre, si procede poi con l’eliminazione di quella serie di cibi che tendono ad infiammare il colon. Il paziente colpito da IBS deve imparare ad auto curarsi se vuole attenuare i sintomi che si scatenano generalmente al termine dei pasti, riuscendo così a riconoscere in prima persona quegli alimenti che non sono tollerati dall’intestino e che determinano come diretta conseguenza la comparsa di disturbi addominali e gastrointestinali. In via generale, un’adeguata dieta per il colon irritabile consiglia di consumare con moderazione i cibi che favoriscono la formazione dell’aria nello stomaco, evitando quelli che favoriscono la formazione dell’aria nello stomaco come ad esempio: alcuni tipi di verdure (cavolfiori, broccoli, peperoni); i legumi (piselli secchi, fagioli, lenticchie); vanno evitati il più possibile i cibi in scatola in quanto ricchi di sostanze additive. Non sono particolarmente consigliati poi: pane, pasta, riso integrale, burro, latte, carne rossa, le bevande gassate, quelle alcoliche e quelli contenenti caffeina. Ulteriori informazioni su Dieta per colon irritabile: serve un approccio individualizzato. Continue reading

Published by:

Dieta per colon irritabile: serve un approccio individualizzato

Dieta per colon irritabile: i consigli

La dieta per colon irritabile deve essere prescritta da uno specialista gastroenterologo e deve avere come obiettivo quello di tenere sotto controllo i diversi sintomi che si presentano nel quadro clinico del paziente colpito da IBS. Il regime alimentare consigliato mira a ridurre l’infiammazione del colon, il relativo gonfiore e gli spasmi addominali, a cui si associa a volte un eccessivo transito intestinale o un transito rallentato. La sindrome del colon irritabile si manifesta da paziente a paziente in maniera soggettiva, per questo la dieta va impostata tenendo conto dell’anamnesi del singolo soggetto: il trattamento prevede diverse possibilità, avvalendosi di un approccio individualizzato. Oltre a seguire un’alimentazione adeguata bisogna adottare anche delle abitudini alimentari salutari che prevedono dei piccoli accorgimenti quali: distribuire tre pasti principali nel corso del giorno, i quali non vanno saltati, anzi vanno distribuiti ad intervalli regolari, privilegiando poi un solo pasto abbondante; è necessario poi masticare lentamente, in questo modo il cibo allo stomaco in parte digerito. Maggiori informazioni su Dieta colon irritabile per una regolare attività intestinale. Continue reading

Published by:

Dieta colon irritabile per una regolare attività intestinale

Dieta colon irritabile: come dar sollievo ai sintomi cronici

Per evitare che i disagi legati a questo disturbo funzionale dell’intestino causino maggiori disagi al paziente, è importante seguire una dieta colon irritabile come misura indispensabile per placare i sintomi. Adottare un regime alimentare idoneo può favorire infatti la riduzione dei sintomi legati all’IBS, si tratta soprattutto di difficoltà ad eliminare il gas intestinale, l’alterata motilità intestinale, i problemi legati all’alvo. Questa serie di disturbi sono dei sintomi cronici con cui il soggetto che soffre di colon irritabile deve imparare a convivere ma anche a tenere sotto controllo, a partire da una maggiore conoscenza del proprio quadro clinico e degli alimenti che scatenano delle reazioni negative dell’intestino. In particolare attraverso una corretta alimentazione che tiene conto del quadro clinico del singolo paziente è possibile tenere a bada la diarrea o anche la stitichezza persistente, che possono avere intensità variabile nel corso del tempo. In caso di stipsi si consiglia una dieta ad alto residuo che prevede un apporto quotidiano di fibre e liquidi per rendere più agevole la funzionalità e la regolarità dell’attività intestinale. Maggiori informazioni su Colon irritabile dieta: come tenere a bada i sintomi.

Continue reading

Published by: