Category Archives: Colon irritabile dieta

Colon irritabile dieta: tutti consigli culinari per gestire questa patologia molto condizionata dal nostro comportamento a tavola.

Dieta Gaps, bastano tre giorni per sgonfiare la pancia

Pubblicità

Dieta Gaps e pancia sgonfia in pochi giorni

Dieta-Gaps-bastano-tre-giorni-per-sgonfiare-la-pancia

Dieta-Gaps-bastano-tre-giorni-per-sgonfiare-la-pancia

La dieta Gaps riguarda un regime alimentare ideato da pochi anni in America, atto a sgonfiare la pancia, risolvere i disturbi intestinali di tutti i tipi compresa la sindrome del colon irritabile, ottenere un certo dimagrimento e ritrovare livelli di energia perduti. Il nome dieta Gaps riassume un acronimo che sta per Gut and Psichology Syndrome, letteralmente Sindrome Psico-intestinale. Questo è un
termine creato per evidenziare con precisione la relazione tra la salute intestinale dell’uomo e quella mentale. La dieta
Gaps origina infatti con l’obiettivo di sconfiggere i disturbi
provocati anche dall’autismo, i deficit dell’attenzione e
l’iperattività, la schizofrenia, la dislessia, la depressione, i
disturbi ossessivo-compulsivi, la bipolarità ed altri disturbi
neurologici, che spesso viaggiano sullo stesso binario di
alcuni problemi digestivi e di natura autoimmune. Continue reading

Published by:

Attacco di panico durante i pasti, i motivi principali

Attacco di panico nel mangiare fuori

Attacco-di-panico-durante-i-pasti-i-motivi-principali

Attacco-di-panico-durante-i-pasti-i-motivi-principali

Spesso un attacco di panico può anche insorgere durante un pasto fuori casa. Strano ma vero. Molte persone provano vera e propria paura nel dover mangiare fuori casa, vivendo quindi un più o meno grave attacco di panico. La situazione peggiora se il luogo è pubblico (vedi un qualsiasi ristorante) e al chiuso. Vari motivi possono scatenare un attacco di panico durante un pasto fuori casa, ad esempio problemi di claustrofobia, essendoci il terrore di rimanere bloccato o costretto in un luogo chiuso. E’ bene ricordare inoltre una forte aggravante dell’attacco di panico, ossia la paura della paura, quindi il timore che insorga da un momento all’altro l’effettivo problema. Continue reading



Published by:

Succo d’arancia per combattere il colon irritabile

Succo d’arancia speciale per sconfiggere il colon irritabile

Succo-d'arancia-per-combattere-il-colon-irritabile

Succo-d’arancia-per-combattere-il-colon-irritabile

Recenti esperimenti agricoli hanno dato vita ad un succo d’arancia speciale derivante da un’arancia a sua volta nata dall’unione tra arancia spagnola e arancia rossa di Sicilia. Questo particolare succo d’arancia nato da un incrocio di materie prime, ha subito dimostrato capacità straordinarie,
prima fra tutte quella di riuscire a combattere la
problematica del colon irritabile. Il succo d’arancia in questione è nato unendo l’arancia dolce spagnola e quella rossa di Sicilia, con adeguate manipolazioni genetiche. E’stata data così alla luce l’arancia Ruby. Continue reading

Published by:

Semi di chia utili contro il colon irritabile

Semi di chia proprietà ed applicazioni

Semi-di-chia-utili-contro-il-colon-irritabile

Semi-di-chia-utili-contro-il-colon-irritabile

I semi di chia fanno parte della pianta denominata Salvia Hispanica, appartenente alla famiglia delle Labiatae. La pianta dei semi di chia nasce in Messico, scoperta come ingrediente base della cucina azteca e maya, addirittura queste popolazioni erano convinte che essa con i semi di chia conferisse la potenza necessaria per affrontare le battaglie, non a caso chia significava forza. I semi di chia fioriscono tra luglio e agosto, sempre ricchi di preziosi nutrienti quali proteine, lipidi, carboidrati, fibre ed antiossidanti. Nei semi di chia sono presenti tutti gli amminoacidi essenziali che l’organismo umano non è in grado di sintetizzare autonomamente. Ecco perchè sono
molto utili per chi pratica abitualmente sport, per chi soffre di diabete e per chi vuole alleviare disturbi come quello del colon irritabile. Continue reading

Published by:

Caffè per prevenire il tumore al colon

Caffè come prevenzione del tumore al colon

Caffè-per-prevenire-il-tumore-al-colon

Caffè-per-prevenire-il-tumore-al-colon

Cinque tazzine di caffè al giorno. Questa è la media adeguata riguardo il consumo di caffè per chi ha sofferto o vuole prevenire il tumore al colon. Consumando infatti una certa quantità di caffè è dimezzato il rischio di recidive o di sviluppo spontaneo della malattia. L’organismo umano,
quindi anche il distretto del colon, si compone di cellule che crescono e muoiono regolarmente. Alcune volte però le cellule si scindono e crescono senza controllo, causando uno sviluppo anomalo chiamato tumore. Se esso non invade il tessuto e le parti del corpo vicine, viene definito tumore
benigno o non-canceroso, quasi mai pericoloso per la vita. Anche il tumore al colon genera da una crescita anomala di cellule normali, che prendono il nome di polipo. Le cellule in un polipo possono continuare a crescere fuori controllo e, se non sottoposte ad attenti controlli, possono divenire cancerose. La teoria sul caffè in relazione al tumore del colon è stata provata da uno studio condotto dagli esperti del Dana-Farber Cancer Institute di Boston, in America, e edito
sulla rivista di ricerca medica Journal of Clinical Oncology. I risultati ottenuti dall’assunzione regolare di caffè da parte dei soggetti presi in esame sono stati decisamente interessanti. Continue reading

Published by:

Microbiota squilibrato prima causa del colon irritabile

Microbiota squilibrato origine del colon irritabile

Microbiota-squilibrato-prima-causa-del-colon-irritabile

Microbiota-squilibrato-prima-causa-del-colon-irritabile

Lo squilibrio del microbiota è uno dei motivi principali che generano la sindrome del colon irritabile. A causarla infatti non sono solo motivazioni psichiche come ansia o stress, ma anche disturbi intestinali come appunto un disequilibrio del microbiota. Esso rappresenta l’insieme di micro organismi presenti nel tubo digerente dell’essere umano. Il microbiota umano mostra una perfetta cooperazione tra differenti tipologie di organismi che si favoriscono a
vicenda. Quando si verificano squilibri tra tali organismi e dunque nel microbiota in generale, originano forme di colon irritabile i cui sintomi più comuni sono il gonfiore e il dolore addominale preponderanti soprattutto dopo i pasti.

Analisi del microbiota

Mediante tecnologie diagnostiche innovative, è sempre più
chiara e lampante la funzione del microbiota e quindi delle
colonie microbiche presenti nell’intestino dell’uomo. Proprio
grazie ad approfondite analisi è emerso che lo squilibrio del
microbiota è focalizzato in particolare sulla sua
composizione, ovvero sul rapporto tra batteri benefici e
dannosi che non si rivela equo in quanto uno dei due gruppi
prevale sull’altro. Non a caso la sindrome del colon irritabile
molte volte origina a seguito di forme di gastroenterite
causata da infezioni da batteri patogeni abili nell’alterare
l’equilibrio del microbiota. Oltretutto tali infezioni non sono
le sole a comportare uno squilibrio del microbiota, rilevante
infatti è anche il ruolo degli antibiotici, generalmente
propensi per la loro formulazione ad alterare la flora
intestinale in senso negativo. Il microbiota quindi va
preservato nel miglior modo possibile, a partire
dall’alimentazione. Innanzitutto è bene limitare carboidrati e
fibre che producono quantità elevate di gas addominali
creando flatulenza e meteorismo. Ricerche recenti hanno
infatti evidenziato che una dieta povera di alimenti
fermentabili riduce enormemente i sintomi del colon
irritabile quali appunto gonfiore, dolore e accumulo d’aria.
Per poter rimediare allo squilibrio del microbiota è
necessario soprattutto identificare le funzioni dei batteri
intestinali, sempre diverse a seconda del tipo di battere in
questione, intervenendo su esse per riportare l’equità
perduta.

Published by:

Intolleranza al latte come sintomo di colon irritabile

Intolleranza al latte legata al colon irritabile

Intolleranza-al-latte-come-sintomo-di-colon-irritabile

Intolleranza-al-latte-come-sintomo-di-colon-irritabile

Spesso un’intolleranza al latte può creare disturbi intestinali anche frequenti e fastidiosi, uno su tutti la sindrome da colon irritabile, con conseguente gonfiore addominale e diarrea, fino ad arrivare anche a reazioni cutanee poco comprensibili. Ebbene l’intolleranza al latte e a uno o più dei suoi componenti può generare tutto questo, considerando che potrebbe trattarsi di un’incapacità magari recente dell’organismo di digerire il latte, dovuta per lo più ad un deficit di enzimi specifici. L’intolleranza al latte viene ufficializzata quando per lunghi periodi vengono provate altre strade curative senza eliminare tale sostanza ma non si ottengono risultati, anzi i disturbi continuano a palesarsi.

Caratteristiche dell’intolleranza al latte

E’ opportuno specificare che l’intolleranza al latte e al lattosio non rientra assolutamente nella categoria patologie. Trattasi di malattia quando si parla di allergia al latte e lattosio, l’intolleranza al latte è molto meno grave. Nonostante questo però per evitare che sfoci in effettive patologie come il
colon irritabile, è bene seguire con costanza una dieta specifica, a base di alimenti privi di lattosio. Nei casi più fortunati l’intolleranza al latte può essere superata semplicemente assumendo fibre prebiotiche e fermenti lattici quotidianamente. Se invece l’intolleranza al latte continua a persistere, è bene optare per alimenti delattosati quali latte di soia, latte di riso, latte di mandorle o di farro. Un pò più complicato con un’intolleranza al latte sostituire i formaggi, ma si può tentare mangiando, previa cottura, il tofu (formaggio a base di soia). Molti altri alimenti possono sostituire il latte sfruttando la soia: yogurt, salse e budini. Un campanello d’allarme però va suonato in una dieta relativa all’intolleranza al latte in quanto spesso povera di calcio, per questo è utile consumare soprattutto verdura che ne contiene come la soia ma anche le verdure a foglia verde scuro (come spinaci e bietole) ed alcuni cereali come ad esempio il sesamo.

Published by:

Infusi naturali per alleviare i sintomi da colon irritabile

Infusi migliori contro il colon irritabile

Infusi-naturali-per-alleviare-i-sintomi-da-colon-irritabile

Infusi-naturali-per-alleviare-i-sintomi-da-colon-irritabile

Esistono infusi molto efficaci, utili per sedare i sintomi da colon irritabile, molto frequenti soprattutto nel sesso femminile. Le cause effettive ancora non si conoscono alla perfezione, ma è chiaro come questa patologia possa risultare addirittura invalidante nella vita di tutti i giorni, a causa dei dolori forti e fastidiosi a cui dà luogo. Proprio per risolvere questo tipo di
problematica si è pensato di creare degli infusi in grado di alleviare i dolori da colon irritabile, chiedendo aiuto alla natura e alle sue piante medicinali. Dalle erbe medicinali esistenti in natura è possibile ricavare infusi preziosi ed anche gustosi, perfetti per trattare gli effetti del colon irritabile. Generalmente questi infusi sono molto facili da reperire in qualsiasi erboristeria o negozio bio. Per
quanto riguarda la quantità di erbe con cui creare gli infusi, essa coincide con un cucchiaino per ogni tazza d’acqua usata e gli infusi possono essere assunti fino a due volte al dì. Un segreto che molti ignorano è quello di non usare teiere in acciaio per far bollire l’acqua: meglio optare per quelle in ceramica, argilla o porcellana, infatti, essendo questi dei materiali naturali, i principi
attivi delle erbe medicinali risulteranno più efficaci e di conseguenza lo saranno anche gli infusi preparati. Continue reading

Published by:

Pancia gonfia da colon irritabile: la dieta per eliminarla

L’alimentazione contro la pancia gonfia

Pancia-gonfia-da-colon-irritabile-la-dieta-per-eliminarla

Pancia-gonfia-da-colon-irritabile-la-dieta-per-eliminarla

La pancia gonfia è una medaglia con due rovesci non proprio positivi. Da unaparte rappresenta, soprattutto per le donne, un problema di tipo estetico, grave
cruccio in particolare durante la bella stagione, quando inevitabilmente ci sivorrebbe scoprire di più, ma si tende a non farlo per vergogna e ribrezzo delle
proprie condizioni addominali. Ma la pancia gonfia ha anche risvolti dalpunto di vista della salute, perchè riflette problemi spesso gastrici e rettali
come la sindrome da colon irritabile o anche somatizzazioni fisiche derivanti da squilibri psicologici. durante la bella stagione. Di salute, perchè capace di
ridurre benessere fisico e psicologico. Tuttavia, è possibile combatterlo. La pancia gonfia è un doppio problema. Estetico, particolarmente dannoso durante la bella stagione. Di salute, perchè capace di ridurre benessere fisico e psicologico. Tuttavia però la pancia gonfia può essere combattuta, assieme alla sindrome del colon irritabile semplicemente seguendo una corretta
alimentazione. Continue reading

Published by:

Effetto positivo del triptofano colon irritabile

Effetto positivo del triptofano colon irritabile

Da recenti studi è emerso l’effetto positivo del triptofano sulla sintomatologia legata al colon irritabile, si tratta di un aminoacido essenziale che non viene sintetizzato dal corpo umano in maniera spontanea comportandosi come precursore della serotonina ovvero l’ormone del buonumore  per cui attiva la modulazione dell’umore e della melatonina, una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello e che è coinvolta nella regolazione dei ritmi del sonno e della niacina ossia della vitamina B6. Dal momento che la sindrome del colon irritabile può essere causato dallo stress per cui per favorire il ripristino dei meccanismi fisiologici che regolano il buonumore  si può intervenire con una dieta ad hoc che mira ad aumentare i livelli di triptofano, perché questo aminoacido essenziale non viene sintetizzato dall’organismo ma deve essere introdotto con l’alimentazione anche attraverso l’assunzione di integratori specifici.  Per favorire  l’assorbimento di tale sostanza deve essere associato ad un pasto ricco di carboidrati in questo modo si favorisce anche la conversione in serotonina. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Sindrome del colon irritabile Probinul.

Continue reading

Published by: